mercoledì 22 novembre 2017

Giulio Casale: "Cinque Anni" è il nuovo EP in uscita digitale il 1° dicembre






UNA NUOVA IMPORTANTE TAPPA DEL PERCORSO
DI AVVICINAMENTO E RINASCITA DI UNO DEI CANTAUTORI
PIÚ IMPORTANTI E INTENSI DELLA SCENA ROCK ITALIANA
GIULIO CASALE
presenta
CINQUE ANNI”
il nuovo EP solista in uscita l'1 dicembre 2017
contenente i quattro singoli già pubblicati (dapprima in anteprima sul FattoQuotidiano.it in versione studio, e poi in versione #NOFILTER (acustica) su Rockol.it)
+ il nuovo inedito: “Scolorando Bice

 
Artista: Giulio Casale
Titolo: “Cinque Anni” EP
Release Date: 1 dicembre 2017
Etichetta: bEst
Tracklist: 1. resto io, 2. tutto cadeva, 3. scolorando bice, 4. coscienza c, 5. sono corpo

Treviso, classe 1971. Nel 1991 fonda gli Estra che subito si impongono e distinguono nella scena alternative italiana grazie anche alla singolarità e bellezza dei suoi testi. Giulio Casale, poliedrico personaggio con una personalità tra le più complesse e stratificate della scena musicale non solo italiana. Poeta, interprete, scrittore pluripremiato, si è imposto sempre all’attenzione del pubblico e della critica per un messaggio mai allineato e sempre diretto. Questo EP non è da meno. Prima pubblicazione discografica dal 2012, cinque anni fa, anno di pubblicazione dell'ultimo album “Dalla Parte Del Torto”, “Cinque Anni” rappresenta una nuova e significativa tappa di un percorso che ha visto la pubblicazione periodica di brani inediti (dapprima in anteprima sul FattoQuotidiano.it in versione studio, e poi in versione #NOFILTER (acustica) su Rockol.it) e a cui si aggiunge il brano “Scolorando Bice

Pushing thru the market square
So many mothers sighing
News had just come over
We had five years left to cry in
(D. Bowie)

Cinque anni da “le canzoni del torto”.
Cinque pezzi nuovi insieme.
Cinque anni di lavoro, con dentro anche tutte le omissioni: tutti i dischi che non avrò pubblicato in mezzo. Cinque?
Il desiderio, la necessità e la domanda. Perché le canzoni durano così poco, oggi? Non dovrebbero durare una vita, o almeno degli anni – cinque? E non parlo delle mie, starei per dire tutte quante le canzoni odierne.
Riguardo il suono: col M° Lorenzo Tomio abbiamo cercato la contemporaneità e la contaminazione, spingendoci quanto più in là possibile, fatta salva la “song”. Le versioni presenti qui dei pezzi già apparsi in questi mesi sono completamente rimixate e assumono solo così, e ora, la propria veste definitiva.
E poi al centro c’è la prospettiva femminile. Dopo Hanabel, Giulia, la Nina di “Senza direzione” e la cara giovane vergine che mi parlava di suicidio, oggi è Bice a farsi cantare. E qualcosa lei dice, mi pare, di tutti noi malati di cuore.
I titoli son volutamente tutti minuscoli, per quel che vale. Piccola rimostranza nei confronti dell’ego-mania imperante. Io è minuscolo, e il “noi” ancora una chimera.
Buon ascolto.” (Giulio Casale)


 
 
more on:



Ufficio Stampa
Ja.La Media Activities S.R.L.


martedì 21 novembre 2017

PATTI SMITH: la sacerdotessa del rock torna in Italia a dicembre per una serie di eventi speciali, accompagnata sul palco dalla figlia Jesse Smith


A chiusura di un anno che l’ha vista protagonista con più eventi a dimostrazione dell’inossidabile stima e affetto che l’Italia nutre nei suoi confronti - dopo la consegna della laurea ad honorem in Lettere classiche e moderne, 
la recente mostra a Parma ed il tour “Grateful” -   
la sacerdotessa del rock torna per una serie di concerti-reading
speciali a dicembre,  accompagnata sul palco dalla figlia Jesse

WORDS AND MUSIC WITH PATTI SMITH                  AND JESSE PARIS SMITH

Martedì 13 Dicembre 2017
ROMA – TEATRO DELL’OPERA
Patti Smith, Omaggio a Roma
An evening of words and music with Patti Smith. Jesse Smith al piano
Piazza Beniamino Gigli, 1
apertura porte ore: 20.00 - inizio concerto ore: 21.00
prezzi dei biglietti:
da 25,00 a 35,00 € + diritti di prevendita
Prevendite attive su www.ticketone.it  


Giovedì 14 Dicembre 2017
CASERTA – DUOMO DI CASERTAVECCHIA
all’interno dell’evento “La Musica Nei Cieli”,
An evening of words and music with Patti Smith. Jesse Smith al piano
Piazza Vescovado, Casertavecchia (CE)
apertura porte ore: 19.30 - inizio concerto ore: 20.00
prezzo dei biglietti: offerta simbolica 2 €. Info al numero 0823 353336

Sabato 16 Dicembre 2017
ROMA – CITTA’ DEL VATICANO
Aula Paolo VI
25° Edizione del Concerto di Natale
Patti Smith, accompagnata sul palco dalla figlia Jesse Smith e Giovanni Sollima
Piazza del Sant’Uffizio
apertura porte per il pubblico ore: 15.30 fino alle 17:30 - inizio concerto ore: 18.30
prezzi dei biglietti: da 60 € a 100 € + diritti di prevendita


Informazioni su come acquistare i biglietti:
Ticketone – 892.101 - www.ticketone.it

info tour: www.internationalmusic.it - 059.644688

E’ stato un anno importante per Patti Smith, un anno ricco di eventi e manifestazioni che hanno espresso la stima ed il rinoscimento che l’Italia da sempre nutre nei confronti di questa straordinaria artista. Dopo la consegna della laurea ad honorem in Lettere classiche e moderne presso l’Università degli Studi di Parma, la mostra fotografica “Higher Learning” (tenutasi sempre a Parma da maggio a luglio 2017) ed un tour dal titolo “Grateful” con il quale l’artista ha espresso il suo affetto nei confronti dell’Italia, la sacerdotessa del rock torna nel nostro paese per una serie di speciali eventi a dicembre in cui sarà accompagnata sul palco dalla figlia Jesse Smith al piano, a cui si aggiunge la presenza per alcuni concerti del violoncellista e compositore Giovanni Sollima, mentre alcune esibizioni saranno dei reading della stessa Patti, in compagnia della figlia Jesse.



BIOGRAFIA PATTI SMITH

Vera icona del rock vivente, la “sacerdotessa” del rock, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte,
attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura,
 lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione.
Amata, discussa, influente ed idealista, Patti Smith è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e, senza dubbio alcuno, tra gli artisti più influenti di sempre,
cantautrice e poetessa

Cantante, cantautrice e poetessa, Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago, Illinois. Nel 1950 si trasferisce con la famiglia a Philadelphia e poi nel New Jersey. La maggiore di quattro figli, Patti Smith è sempre stata una bambina alta, allampanata, malaticcia, con un occhio sinistro pigro. Comportamenti timidi che mai avrebbero fatto pensare che Patti avrebbe potuto trasformarsi nella rockstar innovativa che sarebbe poi diventata. Tuttavia, Patti racconta di aver sempre saputo di essere destinata alla grandezza. “Quando ero una ragazzina, ho sempre saputo che avevo qualcosa di speciale dentro di me. Voglio dire, non ero attraente, non ero molto comunicativa, non ero molto intelligente, almeno a scuola. Non ero nulla di tutto ciò, e non ho mai dimostrato al mondo che ero qualcosa di speciale, ma ho avuto questa enorme speranza per tutto il tempo ed è questo lo spirito che mi mantenuto forte…ero una bambina felice perché avevo la sensazione che sarei andata oltre il mio corpo fisico..” dichiara Patti Smith.
Erano gli anni ’60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferisce nella vibrante New York per trovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe fino alle primissime esibizioni nello storico CBGB’s, senza tralasciare il contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album della storia del rock.
Patti Smith si è conquistata di diritto un posto nell'olimpo delle leggende del rock.
Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enorme talento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, da Michael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri.
Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell'immaginario collettivo.

Read more: www.pattismith.net

Info tour: www.internationalmusic.it - 059.644688







Ufficio Stampa
Ja.La Media Activities S.R.L.
Twitter: @JaLaMedia – www.instagram.com/jalamediaactivities 



lunedì 20 novembre 2017

JOAN AS POLICE WOMAN torna in concerto in Italia a marzo con "Damned Devotion Tour", una serie di eventi per presentare il nuovo album in uscita a febbraio

The coolest woman in pop - The Times
This is breathtakingly good music' - Uncut
full of meditative beauty…ravishing and lovelorn - Mojo
Sensational’ - Sunday Times
a voice so wondrous and moving that it makes everyone else’s seem ordinary and mundane - The Guardian

JOAN AS POLICE WOMAN
tra le migliori rappresentanti del songwriting al femminile, in concerto in Italia per presentare “Damned Devotion”, il nuovo album in arrivo il 9 febbraio

Joan as Police Woman - Damned Devotion Tour 2018

sabato 24 marzo 2018
MARGHERA (VE) – ARGO 16
Via delle Industrie, 27/5
apertura porte ore: 21.30 – inizio concerto ore: 22.30
prezzo del biglietto: 15 € + d.p.
biglietti in vendita su Mailticket

domenica 25 marzo 2018
FIRENZE – VIPER
Via Pistoiese 309/4
apertura porte ore: 20.30 – inizio concerto ore: 21.30
prezzo del biglietto: 20 € + d.p.
biglietti in vendita su Ticketone e Box Office Toscana

martedì 27 marzo 2018
MILANO – SALUMERIA DELLA MUSICA
Via Pasinetti,  4
apertura porte ore: 20.30 – inizio concerto ore: 21.30
prezzo del biglietto: 18 € + d.p., 22 € in cassa il giorno del concerto
biglietti in vendita su Mailticket

mercoledì 28 marzo 2018
ROMA – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Sala Petrassi
Via Pietro de Coubertin, 30
apertura porte ore: 21.30 – inizio concerto ore: 21.00
prezzo del biglietto: 19,50 € + d.p.
biglietti in vendita su Ticketone e su http://www.auditorium.com/it/biglietti/


Informazioni su come acquistare i biglietti:
Ticketone – 892.101 – www.ticketone.it
Mailticket – 02.80888063 -  www.mailticket.it
Box Office Toscana – 055.210804 – www.boxofficetoscana.it

Multistrumentista newyorkese originale e stravagante, negli anni ha collaborato con artisti del calibro di Elton John, Lou Reed, Nick Cave, Rufus Wainwright, Antony e Battiato.
A due anni dalla pubblicazione di “Let It Be You”, il disco realizzato con Benjamin Lazar Davis, Joan As Police Woman annuncia il suo ritorno con “Damned Devotion”,
 il nuovo album in uscita il 9 febbraio su etichetta Pias, ed una serie di concerti che la porteranno in Italia per quattro date a marzo

 
Dopo aver celebrato nel 2016 una decade di successi internazionali con “Let It Be You”, il disco realizzato in collaborazione con Benjamin Lazar Davis, Joan As Police Woman è pronta a tornare con “Damned Devotion”, il nuovo album in arrivo il 9 febbraio 2018 su etichetta Pias.
Questo disco è più scuro e riflessivo’ dice Joan Wasser. ‘Il titolo è certamente drammatico, ma è un tema a cui ho pensato per tutta la mia vita: com’è possibile vivere una vita devota senza diventare pazzo o perdere la testa?”.
Già nota per le sue emozionanti performance e i suoi testi aspramente onesti, “Damned Devotion ci mostra la versione più ‘cruda’ di Joan. Mentre “The Classic” (2014) era una celebrazione appassionata della vita e “The Deep Field” (2011) respirava romanticismo in ogni canzone, questo disco è un ritorno alle origini, ai testi nudi e alle melodie senza tempo che avevano caratterizzato “To Survive” (2008) e “Real Life” (2006). Non sono solamente i testi ad essere cambiati: “Ho sempre cercato nuovi modi per comporre canzoni più selvagge e libere” ha spiegato “In questo disco ho sperimentato molto di più con le percussioni, modificando e manipolando i beat di Parker Kindred”.
Il mio motto è “se sembra spaventoso parlarne allora va sicuramente detto”.
Il primo singolo ad essere condiviso è “Warning Bell, una tenera ed incantevole canzone legata al rimpianto in cui Joan parla dell’ “essere romantica e dell’ingenuità che ne deriva. Nonostante non voglia perdere la mia innocenza, sono stata in situazioni in cui avrei voluto un allarme che mi svegliasse dai miei sogni”.
Nata nel 1970, Joan è cresciuta con la sua famiglia adottiva in Connecticut, fino a quando si è trasferita a Brooklyn per unirsi alla scena musicale di quel periodo. Ha delle basi solide. Ha studiato violino all’università e suonato in un’orchestra. Nel 1994 quando raggiunge  New York inizia  ad esibirsi con band art/punk, sperimentando i parametri del suono del suo violino. Inizia poi a lavorare come turnista con Antony and the Johnsons e Rufus Waiwright poi Lou Reed, Beck, Toshi Reagon, David Sylvian, Sparklehorse, Laurie Anderson e Damon Albarn.Ultimamente ha lavorato con Sufjan Stevens, John Cale, Aldous Harding, Woodkid, Justin Vivian Bond, RZA, Norah Jones e Daniel Johnston ed ha inoltre prodotto l’album di Lau che ha vinto un premio per il suo avant-folk scozzese.
Joan As Police Woman è un progetto nato nel 2002 e chiamato così in omaggio alla star degli show TV polizieschi Angie Dickinson. I suoi precedenti album sono stati acclamati da pubblico e critica e hanno vinto premi del calibro dell’Independent Music Awards (Real Life) e il Q Magazine’s Album of the Year (To Survie). Damned Devotion è il suo quinto album come Joan As Police Woman
Oggi,’ dice JoanPosso dire tranquillamente che la musica ha salvato e continua a salvare la mia vita. Io sono devota, non è qualcosa che si può scegliere, è semplicemente così”…Damned Devotion.





Ufficio Stampa
Ja.La Media Activities S.R.L.
Twitter: @JaLaMedia – www.instagram.com/jalamediaactivities